Biografia

Gianfranco Sangalli, nasce a Brescia il 09/02/1946, frequenta l’Istituto di Architettura di Venezia, si laurea nel 1975 con una tesi compositiva dal titolo “Progettazione della nuova Sede dell’Istituto Universitario di Venezia”, relatore Prof. Carlo Scarpa, con il quale inizia l’attività professionale in qualità di collaboratore.

Libero professionista dal 1976 apre il proprio studio a Brescia e si dedica in prima persona al recupero e al restauro di fabbricati di diversa valenza storico-architettonica.

Nel contempo gestisce il coordinamento dell’immagine della Mandelli spa di Piacenza e più in particolare la progettazione di arredi e di strutture standistiche di grandi dimensioni per la partecipazione alle più significative manifestazioni europee nel settore della meccanica.
Per la stessa azienda collabora alla progettazione degli interni e delle opere d’arredo della Nuova sede in Via Caorsana a Piacenza, pianifica l’aspetto formale delle singole zone operative, partecipa al “design” di alcune macchine utensili che l’Azienda produce, definendone le linee fisionomiche e la scelta degli abbinamenti cromatici.

Per la Philips progetta e dirige alcuni significativi allestimenti fieristici, per la Graziano di Tortona, oltre a coordinare l’immagine e la standistica, collabora al design di alcuni prodotti e per la CIPZOO di Brescia progetta l’allestimento stabile presso la fiera di Verona.
Vince il primo premio alla Fiera Avicola di Madrid per il migliore stand espositivo realizzato per la Ditta Fasoli e Daffi. Allestisce la mostra della storia della macchina utensile alla Fiera di Bologna e alla E.M.U. di Milano.

Si dedica inoltre allo studio di alcune metodiche per il risanamento e il recupero di antichi insediamenti. Tra le opere più significative il risanamento e il recupero strutturale della Santissima di Gussago, un insediamento ecclesiastico del XIII secolo, il Monasterino di S. Eufemia la cui origine risale tra il XIII e XI secolo, la Villa Richiedei di Gussago, un impianto settecentesco ampliato nel secolo successivo, attuale sede dell’Ospedale Geriatrico.

Nel frattempo la sede viene trasferita a S.Eufemia in un antico complesso rurale di Mq. 2.000,00 c.a del quale lo studio, dopo averne progettato e diretto il recupero, ne occupa una porzione.
Si ricorda inoltre il recupero e il riuso funzionale di alcuni antichi edifici tra i quali i più significativi quelli siti in Contrada del Carmine del XVI secolo, in via Marsala del XVIII e XIX secolo e in via Battaglie del XVI e XVIII secolo.

Nel settore industriale mette a frutto la propria esperienza acquisita presso la Mandelli spa, progettando alcune strutture a Brescia, a Roma e a Pavona in provincia di Latina.

In questo settore gli interventi più significativi sono relativi alla sede della Ditta Jobs realizzato a Piacenza e alla sede delle Rubinetterie Bresciane, in corso di realizzazione nel comune di Gussago – Brescia.
Il primo comprende un opificio di Mq. 12.000,00 e una palazzina uffici sviluppata su due piani più il seminterrato per un totale di Mq. 4.500,00.
Il secondo, al momento è costituito da un opificio di mq 18.000,00 e da una Palazzina Servizi di mq 3.200,00; Sviluppata su due piani più; il seminterrato, mentre sono in corso di realizzazione la Palazzina Uffici e l’ampliamento del sito produttivo per altri mq 12.000,00 circa.

Di dimensioni più contenute la progettazione di altri due interventi di natura produttiva: la palazzina uffici con spazi espositivi della MGM di Nuvolera, mq 1650,00 circa, l’ampliamento e la ristrutturazione della palazzina uffici della N.C.O di Odolo, mq 900,00 circa.

Nel 1987 hanno inizio le prime esperienze di progettazione nell’ambito ospedaliero- salutistico attraverso prestazioni di collaborazione fornite ad uno studio di Ingegneria di Ferrara.
Esperienze che proseguono con la progettazione di diverse strutture di carattere salutistico tra cui il restauro e l’ampliamento dei Reparti di Geriatria, il raddoppio dei Reparti di Riabilitazione Geriatrica e i Laboratori d’Analisi dell’Ospedale di Gussago.

Nel settore pubblico spettacolo opera per il recupero e l’arredo del Cinema “Metropol” e la Sistemazione del Cinema“Astra”di Brescia, il restauro del Cinema“Casinò”di Gardone Riviera, progetta la riqualificazione e la riconversione dell’”Ex Cinema Eden” di Brescia in centro culturale, la realizzazione dell’Auditorio di Trenzano.

Diverse le esperienze di edilizia civile che abbracciano:
– l’ambito residenziale tra cui il recupero di un piccolo borgo antico a Bardolino (Verona), abitazioni monofamigliari sui Ronchi , sul lago e in collina, plurifamigliari a Brescia, in provincia e a Ferrara.
– l’ambito aziendale- commerciale – terziario di cui si rammenta la Filiale del Credito Bergamasco a Cologne, la sede dell’ASM a Pontevico, la filiale della Concessionaria Rover a Brescia, la progettazione di un complesso commerciale- terziario tra viale Bornata e v.le S. Eufemia.
– l’ambito cimiteriale tra cui in particolare l’Obitorio dell’Ospedale Richiedei, l’Ampliamento del Cimitero di Montichiari, quest’ultimo progettato con l’arch. Camillo Botticini.

Sul piano del territorio ha partecipato con funzione di coadiutore alla stesura di diversi strumenti urbanistici. Ha collaborato con l’Ing. Gianfranco Piovani alla stesura del Piano Regolatore Generale di Milzano, Bassano e allo Studio del Piano di Zona di Remedello. In particolare ha redatto, coadiuvato dallo stesso Ing. Piovani, il P.R.G. del Comune di Dello.
In prima persona ha predisposto e progettato: “Piani di Lottizzazione” e “Piani Attuativi” di diversa natura e destinazione a Brescia e provincia, a Piacenza e Ferrara .

Nell’ ambito della riqualificazione e dell’arredo urbano si è occupato di interventi pubblici e privati, tra i quali la Piazza di Dello, la Piazza di Trenzano, il superamento delle barriere architettoniche e il restyling dei collegamenti verticali dell’autosilo di Piazza Vittoria.

Tra gli anni 97-2001 svolge attività di cultore della materia presso l’Università di Ingegneria di Brescia.
Dal 1994 al 1996 e dal 2001 al 2003 è membro della Commissione Edilizia del Comune di Brescia.
Dal 2003 la 2008 esperto ambientalista all’interno della stessa C.E.

Partecipa ai concorsi per la Nuova sede della Banca Popolare di Vestone (1° premio ex-equo), per la sistemazione di piazza Isolo a Verona con M. Angelini, C. Botticini, D. Aquilino (progetto segnalato), per il Parco Tarello a Brescia, Capogruppo J. Roig e con G. Goffi (progetto selezionato) e per il “Nuovo Centro Commerciale e torri nel “Comparto Milano” Capogruppo S. Crotti e con C. Botticini (progetto segnalato), per il “Nuovo Museo Industria e Lavoro, Capogruppo Ja. Rocha con C. Botticini e F. Apollonio(progetto terzo classificato).
I suoi progetti sono stati pubblicati su riviste specializzate, quali “L’Architettura”, “Costruire”, “Metalocus”,“AD- Architectural Digest”.